HABEMUS COMPOSITORI(S)

Stanche..con il labbro dolorante che neanche dopo un destro ben piazzato da Mike Tyson…no, non siamo tornate dalla campagna di Russia o da una quinta ripresa di Boxe….

Screenshot_20180120-133648

ragazze, abbiamo finito di leggere tutto…io mi sento un po’ stanchina, voi???

siamo reduci da giornate intense e lunghissime per chiudere la prima edizione del “Call for Scores”, un’avventura in cui ci siamo lanciate con gioia e che ci ha restituito tanta energia e tanta speranza. La quantità (per non parlare della qualità compositiva) di materiale che ci è arrivato è stata una bellissima sorpresa, quindi ci siamo messe subito al lavoro tra piccoli, clarinetti, clarinetti bassi…un leggio, facciamo due, anzi tre!

FB_IMG_1516451014398

Annalisa ha portato i biscotti….biscotti e caffettino…….PAUSA!!!!!

E valutati tutti brani con la stessa attenzione e cura dei dettagli è arrivato il momento per mandare le temute/bramate mail ai candidati, una “mission” perfetta per la nostra impeccabile civetta Ely (come riesce a essere professionale lei nessuna di noi). E adesso la prova finale e più attesa da tutti noi: la giornata di Workshop/Concerto al Mamu di Milano il 17 Marzo, un’occasione per i nostri compositori di presentare e parlare dei propri brani e un’occasione per noi di renderli in musica per tutti voi e per stare insieme in una Milano a cui noi siamo particolarmente affezionate, lì dove è partita la nostra avventura come Chouette. Il nostro unico rammarico è non aver potuto dare a ognuno dei candidati la possibilità di esprimersi (motivazioni logistiche e di tempistica ci hanno costrette a una scelta) ma a voi chiediamo invece di non perdere le speranze e di continuare a credere in questo progetto attendendo l’apertura di una prossima edizione del “Call for Scores”. Dal diario di bordo delle civette è tutto gente..noi ci rimettiamo al lavoro tra ance e spartiti, ma voi come sempre…..

#STAYTUNED     #STAYCHOUETTE!!!!!

           FB_IMG_1516219382738                                                                                    

Annunci

“Call For Score” La saga, capitolo 1: …iniziano i verdetti

Nella galassia del pianeta Chouette, le nostre quattro civette-guerriere erano chiamate per un compito di suprema importanza per la salvezza del pianeta.. i giudizi finali e definitivi del “Call for Score”. In una tiepida giornata di novembre (tiepida davvero, non incappucciate stile “moglie dello Yeti”) si sono ritrovate le nostre quattro musiciste per una giornata all’insegna della musica contemporanea e dei brani a loro dedicati dai tanti compositori che hanno aderito alla campagna “Call For Score” (che chiameremo molto simpaticamente “Adotta un compositore”). Dopo un pranzo notevole a casa di Annalisa (mancava il dessert ma abbiamo deciso di perdonarti comunque) e del sano gossip molto femminile, abbiamo montato i vari piccoli (2, parbleu), bassi (2 che fanno molto heavy metal) e sib, abbiamo cominciato a scansionare tutti i brani.

QCPost1

Dopo 3 ore (con espressioni da sopravvissute e ance che imploravano pietà) la bella sorpresa e un verdetto: tutti i brani eseguiti rispecchiavano appieno il gusto e le sonorità del nostro quartetto e già pensavamo in che tipo di programmi da sala inserirli. Più severe dei giudici di X-Factor, abbiamo dato uguale importanza a ogni brano, dato rilievo al loro carattere stilistico e strutturale e  gradito le sonorità ricercate e in alcuni brani anche la strumentazione audace (inserire 2 clarinetti piccoli e due bassi poteva suonare azzardato ma fidatevi che il risultato finale ha lasciato piacevolmente sorprese anche noi).  QCPost4

Siamo partite dal progetto del “Call for Score” per una intuizione della nostra Elisa, non avendo minimamente idea di quale sarebbe stata la vostra risposta, e come al solito ci avete restituito fiducia e calore, avete creduto nel nostro quartetto affidandoci le vostre idee e le vostre creazioni. Da questo noi tutte vogliamo partire per costruire con voi un progetto che duri nel tempo, non limitandoci al repertorio usuale per quartetto di clarinetti, ma spaziando e dando il giusto rilievo anche ai talenti emergenti della scrittura per strumenti a fiato, dalle sonorità diverse e dai timbri moderni, per far sentire al nostro pubblico la freschezza del “nuovo”. Per oggi è tutto dal diario di bordo Chouette, vi lasciamo con il solito buonumore e con una fiducia nuova, che solo le persone che credono davvero in ciò che fanno possono avere. Un grosso abbraccio, STAY TUNED, STAY CHOUETTE!!

Quando troviamo ciò che sappiamo esposto con un altro metodo o addirittura in un’altra lingua, esso acquista uno speciale fascino di novità e freschezza                                                         (Johann Wolfgang Goethe)

QCPost3

“Le nobili Chouette” ( Una giornata presso Villa Giusti )                   

Signori, ecco a voi la bellissima Villa Giusti, l’umile dimora delle vostre Civette squattrinate, qualcosa di piccolo e poco in vista Eh!!

Dopo una maratona culinaria a suon di panettoni, pandori, spumati e champagne, cioccolato e bicarbonato d’emergenza…siamo tornate ( che non suoni come una minaccia eh! ). Le vostre civette e le loro esilaranti e semiserie avventure si sono ritrovate cariche di brani nuovi, idee e progetti alquanto succosi. Ma questa volta hanno voluto trattarsi da regine, riuscendo ad ottenere come location per le loro prove la meravigliosa Villa Giusti ( con l’intercessione della super Angelica e la gentilezza e disponibilità del Sindaco e dell’assessore alla cultura di Zugliano, che noi tutte ringraziamo con tutto il cuore per questa concessione straordinaria).

   Quando le meraviglie dell’Arte incontrano le idee “Chouettose” ci si può aspettare di tutto…ma davvero di tutto!!

Dopo una sesssione mattutina di prove sui nuovi brani ( da un groove che mixava il clima natalizio a un sound folk che ricorda le pinte di birra scura e balletti irlandesi ) abbiamo deciso di utilizzare quese sale meravigliose con un progetto moooolto cosplay e assai divertente ( nonono niente spoiler miei cari, è ancora tutto top top secret ).

No Angelica, non ti catapulterai sui tetti di Londra come con gli spazzacamini di Mary Poppins!!!

Insomma Signori, state all’occhio perchè se avete sbirciato qualche video passato sulla nostra pagina ( tra cui il cortometraggio di un nuovo astro nascente del cinema italiano “TACCHINO SELVAGGIO” ) avrete capito di certo che oltre ai clarinetti le nostre Chouette hanno estratto anche quattro splendide bacchette e sono pronte a darsi battaglia a colpi di staccato, tempi folli e qualche PIETRIFICUS TOTALUS!! Insomma, a  breve tutta la vostra voglia di magia verrà ripagata a dovere, sempre con lo stampo e l’estrosità che ci rappresenta e condividendo con voi le sale sfarzose e gli affreschi che ci hanno lasciato senza fiato per la loro bellezza rimasta intatta nel corso degli anni.

That’s all folks!!! Ma sopratutto:



Stay tuned, stay Chouette!!! 

“From Chieri With Love” e 100/100!!

Prendi le 4 Chouette, lontane le une dalle altre, unisci due prove intense e massacranti, ore di sonno poche assai, valige e custodie triple, il tutto condito da tanta voglia di suonare e tanto talento e otterrete il Primo Premio 100/100 al Concorso Internazionale “Città di Chieri”!!!

Brave donne, prima il dovere e poi…..non ci vediamo più dalla fame!!!

Quando è saltato fuori il nome di Chieri avevamo pensato a quanto potesse essere bello confrontarci con un livello musicale internazionale, e tra paure e speranze la “pazzia” e la fiducia in noi hanno avuto la meglio…per fortuna!!! A suon di Uhl, Caillet e Tomasi abbiamo cercato la qualità e la bellezza che può scaturire da un quartetto di clarinetti, abbiamo levigato ogni singolo accordo, dato fondo a ogni singola ancia immolata per una giusta causa, per stupire e stupirci di quante nuances è in grado il nostro amato pezzo di ebano.

I comig out che non ti aspetti: per me cono piccolo panna e nocciola!!

E dopo un’eliminatoria e una finale svolte in ottimismo a suon di “Tacchiniii” (ogni gruppo che si rispetti ha il suo urlo di battaglia, la nostra Angelica ne ha uno imbattibile) siamo arrivate alla proclamazione dei vincitori di categoria…. in uno stato di ansia che neanche Grosso alla finale dei Mondiali ….e….100/100!!!!!!

Ora, cosa vi aspettate da 4 civette come noi?? Il tempo di mantenere un contegno con una commissione impressionata dalle nostre prove. Ma poi fuori??? Cori, balletti e trenini “Brigitte Bardot Bardot” neanche fosse già il 31 dicembre.

Inutile nascondervi voi due, il trenino l’avete fatto anche voi  (pe pee pe pe pe pe Brigitte Bardot Bardooot)

Insomma, i nostri sforzi sono stati premiati, le nostre sveglie implacabili ci hanno applaudito a “piene lancette”. Ci avete incoraggiato in tanti, ci avete fatto credere che fosse possibile raggiungere qualunque cosa con il nostro talento, e questo premio è tanto nostro quanto vostro, perché non esiste squadra vincente senza un settore curva stadio che ti urla che “tutto è possibile!!”

E questo è solo l’inizio, perché proprio quando cominci a credere in un sogno allora raddoppi i tuoi sforzi e punti ad altre mete da raggiungere…ma sempre con il vostro supporto e la vostra gioia. Insomma…

STAY TUNED, STAY CHOUETTE!!!

 

Grazie!!!!!

SINGING IN THE RAIN !!! ( civette bagnate, civette fortunate ): Le esilaranti avventure di 4 clarinettiste girovaghe

                                           


Le 5 del mattino.. la sveglia strepita e sembra dire “ma davvero?? Concediti altri 5 minuti!”. Ma le civette si alzano con movenze da bradipo e iniziano la loro giornata di viaggi, di speranze e di prove intense con altre grandi colleghe e amiche, e cio’ le rinfranca dal sonno e la fatica.                                       Il vero nemico di questa trasferta e’ stata… la pioggia ( non quella leggera e rinfrescante estiva, no, quella “a diluvio” che ti fa correre piu veloce di Usain Bolt e faticare  piu’ di un povero asino a pieno regime ) e il freddo intenso che ci ha fatto rimpiangere il piumone di casa e sognare un bel termosifone a cui abbracciarci.


La nostra Elisa e’ innovativa: senza scarpe e’ piu’ cool!!


Ma dopo tante ore di Trenitalia… eccole…in una Lugano bagnata che piu’ di cosi serviva la canoa, le nostre civette si sono riviste con sorrisi e abbracci, tempo di un “caffe’ e sigaretta” e via con la prova, si e’ riso…. discusso.. ma ci si e’ trovate al volo come sempre ( chi lo chiama miracolo, noi lo chiamiamo “effetto Chouette” )

Pausa pranzo….e’stato il compleanno di Luisa!!!! E via con regali, tanti auguriiii a teeee, torte di compleanno e sorrisi contagiosi ( le civette si fanno SEMPRE SENTIRE!! )

AUGURI LUISA “MILLER”….sempre giovane ( la carta d’identita’ non conta!)

Dopo la seconda parte di prova con i nostri cavalli di battaglia via la diretta Facebook semi-seria per i follower bergamaschi per sfidare il clima ostile e  sentire le Chouette Pocket alla Sala delle Carte, e poi niente…il nostro tempo e’ finito, gia il momento di salutarsi….ma MAI lasciarsi senza un selfieee…

Perche’ se il tempo e’ impietoso ci pensiamo noi a fare festa!!


E le Chouette hanno passato la palla alla formazione Pocket che a Bergamo ha trovato tanto calore e tanti amici che le hanno sostenute, viziate il giusto e riscaldato da una stufetta che rifiutava di funzionare. Insomma nonostante i malanni di stagione e la stanchezza che si e’ fatta sentire, voi ci avete dato la forza e la carica per dare il 100% di noi stesse, una ragione in piu’ per lavorare sodo. Poi in una sala meravigliosa come la Sala delle Carte esibirci e’ stato un onore!!!

Insomma qui diario di bordo di 4 sognatrici, al momento vediamo terra in vista, vediamo impegni, date, concerti.. e le civette sono cariche e motivate,     non hanno paura delle onde e delle tempeste perche’ credono nel futuro e nel loro lavoro di squadra…. insomma……fino qui tutto sereno, ma voi

STAY TUNED, STAY CHOUETTE!!!

Il nostro concerto di Ferragosto, con Harry Potter e Frodo Baggins

Per la nostra ultima trasferta siamo state accolte nuovamente tra le valli piemontesi, e precisamente a Pragelato. Abbiamo suonato proprio ai piedi dei trampolini di salto con gli sci delle Olimpiadi Invernali di Torino 2006, una strana coincidenza visti il nostro modo di lavorare e la nostra filosofia: di salti nel vuoto e di trampolini di lancio ne stiamo avendo molti nella vita ultimamente!

Sono state giornate intense quelle precedenti al concerto, caratterizzate da uno studio mirato e accurato al fine di rinnovare il nostro repertorio. Per questo concerto abbiamo infatti deciso di dare spazio a trascrizioni e arrangiamenti (in gran parte curati da noi) – per quartetto di clarinetti – di colonne sonore: a fianco dei nostri inossidabili cavalli di battaglia, ci siamo elevate tra pianeti e costellazioni con Star Wars, abbiamo esplorato la Contea degli Hobbit con Il Signore degli Anelli e, stanche dopo questo lungo viaggio, ci siamo ritrovate infine tutte nella sala grande di Hogwarts a ripassare incantesimi e bere succo di zucca con Harry Potter!

HP

Le fatiche dei giorni di prova sono state ripagate da un pubblico numeroso e attento che ci ha donato calorosi ma soprattutto sinceri applausi!

E’ stato inoltre piacevole rincontrare vecchi amici conosciuti durante il concerto a Villar Perosa dello scorso febbraio, ed emozionante e appagante vedere che nuovi amici si sono aggiunti al nostro gruppo: a cena eravamo di nuovo una bella e chiassosa tavolata.

Oltre a suonare abbiamo approfittato della magnifica location di Pragelato per rinnovare un po’ il nostro book fotografico. Dopo un piccolo “viaggio introspettivo” [cit. Angelica], ricordando il nostro precedente set fotografico a Milano e scherzando insieme abbiamo ragionato un po’ su quanto siamo cambiate dallo scorso anno: nuovi tagli di capelli, nuovi colori, nuovi occhiali………nuove noi!

Paint

Il cambiamento è alla base dello sviluppo, ma sono i valori che rendono solido un progetto: amicizia, rispetto, saggezza, desiderio di mettersi in gioco…e l’amore per la Musica: tutto ciò ci fa andare avanti ogni giorno con passione e fantasia!!

E ora………vi aspettiamo tutti a Roma per la nostra prossima data!!

Fontana

Musica che viaggia

_DSC1362

Non ci sono parole per esprimere l’emozione che abbiamo provato lo scorso 6 febbraio. Ci siamo esibite presso il Teatro “Una finestra sulle valli” insieme ai nostri amici del Corpo Musicale di Villar Perosa (TO), ed abbiamo aiutato l’associazione Ashar Gan a raccogliere 1200 euro per garantire l’accesso all’acqua e al cibo nelle aree rurali del Bangladesh nord-occidentale.

Abbiamo dato fondo a tutte le nostre energie (Qualcuna di noi anche troppo!) .Nella prima parte del concerto siamo entrate a passo di danza nel repertorio che tanti complimenti ci ha sempre portato, viaggiando tra le sonorità della Grecia, un focoso tango, divertimenti e fantasie virtuosistiche, qualche marachella ed il brio del klezmer; nella seconda parte, invece, ci siamo intrufolate nel Corpo Musicale, in uno scatenato “La mia banda suona il rock”: tra gli Abba ed i Queen abbiamo dato fondo fino all’ultimo alito di fiato.

12654576_1677704895850426_4850315055904347735_n.jpg

La soddisfazione musicale è sempre grande, e abbiamo ricevuto tanti complimenti e diverse recensioni positive sui giornali, ma non c’è niente di più appagante dell’aiutare qualcuno con la musica, di unire il proprio sforzo esecutivo a quello di tante persone che vogliono fare il bene, sia nei paesi che vedono come miraggi le nostre fortune, ma anche nelle nostre piccole comunità, che hanno bisogno di valori importanti come l’amicizia, l’impegno, la solidarietà.

E per questo, per far viaggiare ancor più lontano il nostro messaggio, abbiamo deciso di aprire la nostra nuova pagina facebook. in 48 ore ha già raggiunto i 400 like, ma ci auguriamo di raggiungere ancor più persone, con la nostra qualità, la nostra passione, il nostro amore per questo gruppo che ci dona gioie continue, e per la musica che ci muove.

Non possiamo quindi non lasciarvi, dopo avervi invitato a passare per il nostro canale youtube, con quella che diventerà sicuramente una storica massima del compositore Ezio Bosso:

La musica, come la vita, si può fare in un solo modo: insieme.

Speriamo di essere ancora con voi in questo viaggio, che ci porterà tante piccole novità nella prossima primavera.

Stay tuned and #loveQC